Nomade nei guai: senza patente e con targa prova non autorizzata, guidava l’auto del marito per andare a fare la spesa

Nomade nei guai: senza patente e con targa prova non autorizzata, guidava l’auto del marito per andare a fare la spesa

Denuncia penale e affidamento a terzi del veicolo guidato, queste le conseguenze per una giovane nomade, (H.Z. del 1990), abitante presso il vicino campo nomadi La Barbuta, sorpresa a condurre il veicolo del marito, con a bordo un minore e la sorella in stato interessante, senza avere mai conseguito la patente e con una targa prova senza avere titolo per utilizzarla.

L’immediata verifica al Sistema Centrale d’Indagine, con la pronta collaborazione dei militari della Tenenza dei Carabinieri di Ciampino, ha permesso di applicare le più gravi sanzioni, tenuto conto che già in altra occasione, fuori dal nostro territorio, la nomade si era resa responsabile della medesima violazione. Agli agenti oggi intervenuti, tuttavia, ha dichiarato di essere in possesso di regolare permesso di guida conseguito in Bosnia. Anche per questo, un rapido accertamento presso la banca dati Eucaris, direttamente collegata con i tablet in dotazione, ha consentito di verificare che la guidatrice del mezzo non aveva mai conseguito la patente non solo in Italia, ma anche all’estero.

Sono state, inoltre, contestate le multe per l’abusivo utilizzo della targa prova (nella disponibilità del coniuge, titolare di un’attività imprenditoriale di compravendita di auto, per il quale il Comando ha già avviato ulteriore attività di verifica), nonché l’incauto affidamento nei confronti del marito. Parte delle sanzioni sono state immediatamente pagate presso la sede della Polizia Locale.

EnglishFrenchGermanItalianSpanish