Ciampino. Cittadino iracheno trovato alla guida con patente falsa acquistata su internet e senza assicurazione

Ciampino. Cittadino iracheno trovato alla guida con patente falsa acquistata su internet e senza assicurazione

Il Comando di Polizia Locale di Ciampino ha proceduto ieri al sequestro del veicolo, ed al ritiro dei presunti documenti di guida esibiti da un cittadino iracheno di 28 anni.

Gli agenti, intervenuti per i rilievi di un incidente stradale di modesta entità, si sono infatti subito insospettiti quando il conducente ha esibito loro un fantomatico permesso di guida internazionale iracheno, e dal fatto che esso non era accompagnato dalla patente irachena, che il conducente dichiarava di possedere.

Inoltre, la visura della targa ha permesso di accertare come il veicolo fosse sprovvisto di assicurazione, mentre lo stesso conducente esibiva una fotocopia di una presunta polizza.

Una volta giunti al Comando, la documentazione è passata al vaglio del nucleo falsi documentali che ha dapprima esaminato il permesso di guida internazionale, per poi iniziare un’attività di indagine – anche in coordinamento con diversi altri nuclei di falsi documentali di altri Comandi d’Italia esperti nel settore – accertando come in realtà il documento fosse di fatto un “documento di fantasia”, ovvero uno di quei documenti che si possono comprare (illegalmente) su internet, di buona qualità e che ad un occhio non esperto possono sembrare veri documenti internazionali di guida, non avendo, però, alcuna validità.

Nel frattempo, l’ispezione del veicolo ha permesso di accertare come a bordo il conducente ne possedesse addirittura anche un altro, di diverso formato, anch’esso non valido e “di fantasia”, anch’esso acquistabile sul web illegalmente.

I tentativi dell’individuo di fornire una spiegazione valida dei fatti, e di sostenere la tesi della validità dei documenti è stato smontato definitivamente quando gli ufficiali ed agenti sono riusciti ad individuare l’esatto sito web dove viene prodotto quello specifico documento, che ad un confronto con quello esibito risultava il medesimo. A quel punto il conducente ha ammesso i fatti, ed ha raccontato di aver pagato 80 dollari ad un suo “amico” per procurargli il permesso internazionale di guida, senza il quale la sua patente irachena non sarebbe stata valida per guidare in Europa.

Anche la fotocopia dell’assicurazione è risultata grossolanamente falsa, pertanto si è proceduto al sequestro del veicolo, al ritiro dei “documenti di fantasia” ed alla contestazione di violazioni al codice della strada per complessivi 5.889 euro.

EnglishFrenchGermanItalianSpanish