Ciampino. La Polizia Locale ha partecipato alla Festa delle Forze Armate, dedicata quest’anno alla Guardia di Finanza.

Ciampino. La Polizia Locale ha partecipato alla Festa delle Forze Armate, dedicata quest’anno alla Guardia di Finanza.

Il Comando di Polizia Locale di Ciampino ha partecipato, ​come ogni anno, alla cerimonia per il giorno dell’unità nazionale e festa delle forze armate 2016, tenutasi presso la sala consiliare “Pietro Nenni”.​ Oltre alla partecipazione, diretta del Comandante e degli altri appartenenti al Comando impegnati nelle attività di controllo e viabilità, il gruppo Alta Uniforme ha scortato Corona e Gonfalone della Città di Ciampino.​

Nel corso della cerimonia, il Sindaco di Ciampino Giovanni Terzulli, ha dapprima salutato tutte le autorità militari,​ civili e religiose presenti, le scolaresche del territorio, i​ rappresentanti delle forze di polizia presenti​ ​nonché quelli delle associazioni combattentistiche e d’arma, per poi rendere omaggio ai rappresentanti delle forze armate presenti in aula, nelle persone del Comandante del 31esimo stormo dell’Aeronautica Militare, del Comandante del 2 gruppo Genio Civile dell’Aeronautica Militare, del Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Ciampino ed infine del Comandante del Gruppo di Frascati della Guardia di Finanza​, Ten. Col. Giuseppe Pastorelli. Il Sindaco, nel dare la parola ​proprio al massimo rappresentante presente della Guardia di Finanza​, ha voluto ringraziarlo per la proficua azione svolta dai suoi uomini, ed in particolare dal Nucleo operativo diretto dal Cap. Ambrogio Di Napoli, in tema di lotta alla contraffazione, di repressione dei reati contro il patrimonio​​ e delle diverse azioni​, anche svolte congiuntamente con il Comando di Polizia Locale di Ciampino​,​ in tema di tutela ambientale e lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il Comandante Pastorelli, nel ringraziare il Sindaco, ha voluto “donare” alle giovani generazioni (rappresentate dai tanti ragazzi delle scuole presenti) un breve quanto intenso excursus storico sul significato del 4 novembre, ed ha rivolto loro un invito a parlare con i propri nonni per farsi raccontare come si viveva in Italia cinquanta o sessanta anni fa, in modo da dare importanza a quanto oggi troppo spesso viene dato per scontato. 

Una volta usciti dall’aula consiliare, piacevolmente gremita da oltre 200 persone, il corteo, si è recato in Piazza della Pace dove è stata deposta una corona in alloro al Monumento ai caduti di tutte le guerre.​

EnglishFrenchGermanItalianSpanish