Ciampino, tana per gli “zozzoni”. Le telecamere della Polizia Locale individuano 17 responsabili di abbandono di rifiuti ingombranti

Ciampino, tana per gli “zozzoni”. Le telecamere della Polizia Locale individuano 17 responsabili di abbandono di rifiuti ingombranti

Prosegue a Ciampino l’azione di repressione della Polizia Locale nei confronti dei soggetti che abbandonano rifiuti ai lati delle strade, in spregio al decoro urbano, mediante l’apposizione di speciali telecamere nascoste nei punti più sensibili, ove questo triste fenomeno è più frequente.

L’attività prevede l’installazione delle telecamere, controllate da remoto dal reparto di polizia ambientale del Comando, lo scarico delle immagini con l’individuazione dei responsabili, la successiva bonifica da parte di Ambiente spa (ditta incaricata della raccolta dei rifiuti a Ciampino) e l’addebito delle spese a carico degli stessi responsabili, ai quali viene anche elevata una contravvenzione di euro 500, a meno che il fatto non costituisca reato (rifiuti speciali o provenienti da società) dove si procede con la denuncia all’autorità giudiziaria.

Nel corso delle ultime settimane sono stati individuati 17 “zozzoni” che hanno scaricato rifiuti ingombranti: materassi, calcinacci, mobili e oggetti di vario tipo.

Particolarmente grave il caso di una ditta specializzata nella raccolta di rifiuti, che di fatto una volta raccolti li ha scaricati tutti su Via Lucrezia Romana “lanciandoli” a bordo strada. Lo scorso 4 novembre, al termine delle individuazioni dei responsabili, il sito è stato interamente bonificato.

E’ ancora in corso, inoltre, una attività di polizia giudiziaria che, partendo da un altro dei 17 casi, ha portato gli ufficiali ed agenti a indagare su diversi altri reati collegati.

Complessivamente, sono 110 le sanzioni elevate in tema di rifiuti dall’inizio del 2017, a fronte di centinaia di controlli sia sul posto che mediante telecamere. Al fine di implementare la strumentazione a disposizione del nucleo polizia ambientale e tutela del territorio, il Comando ha presentato uno specifico progetto alla Regione Lazio.

EnglishFrenchGermanItalianSpanish