Tolleranza zero e rimozioni per vele, affissioni e cartelloni abusivi

Tolleranza zero e rimozioni per vele, affissioni e cartelloni abusivi

Sanzioni da 200 euro fino a 4.500 euro e rimozione del messaggio abusivo.

operatori_smallContinua l’attività di repressione dell’abusivismo in tema di affissioni e pubblicità, attraverso la quale il Comando di Polizia Locale di Ciampino e la S.T.S. Multiservizi (società affidataria del servizio affissioni e pubblicità comunale) hanno provveduto alla rimozione di decine di impianti installati abusivamente lungo le principali vie cittadine.

L’attività – iniziata prima dell’estate – ha permesso di accertare solo oggi, in particolare su Via dei Laghi, Via del Sassone e Via Doganale, infrazioni di ogni tipo: dai manifesti e cartelloni affissi sui pali della pubblica illuminazione e sulla segnaletica stradale, alla presenza di segnali di indicazione stradale abusivi installati su pali non autorizzati, fino alle “vele” fisse e non circolanti, ad impianti ed addirittuta maxi plance posizionate sulle principali arterie cittadine senza autorizzazione. Il tutto, inoltre, senza versare alcun euro nelle case comunali, per una evasione che si stima in tutta la Città pari a diverse decine di migliaia di euro.

Per ogni messaggio abusivo la Polizia Locale ha applicato sanzioni che vanno dai 200 a 500 euro con rimozione del messaggio in caso di violazione al regolamento di Polizia urbana, ai 398 euro nei casi di violazione al Codice della Strada (con sanzione accessoria dell’obbligo di rimozione da parte del trasgressore entro 10 giorni dal ricevimento della notifica, pena rimozione coatta da parte del Comune con ulteriori 4.455 euro più spese a carico del trasgressore in caso di non ottemperanza nei tempi previsti). Nel caso delle “vele”, sono state tutte sanzionate oltre alla rimozione di una di esse parcheggiata nei pressi dell’intersezione all’ingresso del Cimitero comunale, dove era collocata strategicamente nei giorni di maggiore afflusso dei parenti dei defunti.
Per quanto riguarda i manifesti abusivi, questi sono stati coperti con manifesti a firma della S.T.S. ove viene indicato l’abuso e viene inoltre ricordato come l’affissione regolare costa, sia all’azienza che alla collettività, molto meno di quella abusiva.

Il servizio si pone come obiettivo quello di “ripulire” e restituire al necessario decoro le strade, oltre a sanzionare le attività produttive (molte di altri comuni) che pubblicizzano la proria attività senza il rispetto delle norme, a discapito delle attività regolari che utilizzano plance e impianti autorizzati, pagando le imposte al concessionario autorizzato. L’opera di sanzione e rimozione viene ripetuta tutte le settimane, almeno una volta, fino al completamento delle rimozioni degli impianti abusivi.

cartelli-abusivi

EnglishFrenchGermanItalianSpanish