Patto per l’Export, risorse per quasi 1,4 miliardi 

Firmato alla Farnesina il Patto per l’Export: una strategia innovativa e condivisa per il rilancio dell’esportazione del ‘Made in Italy’ nella fase post-emergenza sanitaria, attraverso un deciso rafforzamento degli strumenti di sostegno all’internazionalizzazione grazie ai fondi stanziati recentemente dal governo. 

“Abbiamo superato il periodo più buio di questa crisi”: ora il Paese può ripartire, con cautela ma con coraggio. Il motore del Made in Italy può tornare a correre”, ha annunciato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, presiedendo la cerimonia. “Il patto è un documento che vincola settore pubblico e privato a precise responsabilità e ad un impegno reciproco: uno strumento che recepisce le istanze di cui le associazioni di categoria ci hanno reso partecipi e che hanno ispirato una nuova strategia per l’internazionalizzazione del nostro sistema produttivo”. 

Il documento riassume le risorse straordinarie stanziate dal governo per imprimere al sistema produttivo nuovo slancio, per un totale di un miliardo e 336 milioni di euro. Esso riflette anche le istanze presentate dalle 147 associazioni di categoria e oltre 250 esponenti di tutti i settori produttivi, che hanno preso parte a 12 tavoli settoriali di ascolto e dialogo tra istituzioni e imprese private, presieduti dal sottosegretario Di Stefano. Nel corso di questi incontri sono state individuate linee d’intervento prioritarie, confluite negli assi strategici del Patto: comunicazione, promozione integrata, formazione/informazione, e-commerce, sistema fieristico e finanza agevolata. 

Nella stessa giornata è stato presentato un volume digitale (e-book) rivolto alle piccole e medie imprese italiane desiderose di aprirsi ai mercati esteri e alle grandi opportunità che da essi derivano: un manuale di istruzioni, che con parole chiare e consigli pratici metta i migliori strumenti a disposizione di tutti gli imprenditori che vogliano raccogliere la grande sfida del nostro tempo. 

La cerimonia, svoltasi nel massimo rispetto delle norme sanitarie in vigore, è stata presieduta da Di Maio. Sono intervenuti il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, la ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, il ministro dell’Università, Gaetano Manfredi, la ministra per l’Innovazione tecnologica, Paola Pisano, il ministro per i Beni e le Attività culturali, Dario Franceschini, il sottosegretario di Stato al ministero dello Sviluppo economico, Gian Paolo Manzella e il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. 

Presenti anche i rappresentanti degli Enti dedicati al sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese: l’Agenzia Ice, Cdp-Sace-Simest, gli altri membri della Cabina di Regia per l’Italia internazionale (Unioncamere, Confindustria, R.ete. Imprese Italia, Abi, Alleanza cooperative italiane) ed altre rappresentanze economiche settoriali (agroalimentare, sistema fieristico e settore navale). 

Emergenze: 112

Telefono centrale operativa 067919104

Mail: info@polizialocaleciampino.it

Assistenza Twitter: https://twitter.com/pl_ciampino

EnglishFrenchGermanItalianSpanish